Storia e principi del Tai Chi Chuan

Origini storiche

La provenienza del Tai Chi Chuan è ancora tema di discussione ma le teorie più importanti sono due.

Una attribuisce la sua creazione a Chang Sang Feng (1200-1300 d.C.) che dopo aver passato la sua infanzia e adolescenza nel monastero di Shaolin dirigendosi verso il monte Wudang vede una lotta tra una gru ed un serpente e capisce come movimenti morbidi come quelli del serpente possano avere la meglio contro gli attacchi diretti della gru. Un’altra teoria (storicamente più accreditatta) attribuisce la nascita di questa arte a Chen Wang Ting, (1500 d.C.), un funzionario dell’esercito imperiale, esso è stato effettivamente il primo portavoce del Tai Chi Chuan stile Chen.

Significato del termine Tai Chi Chuan

Tai Chi Tu

Il significato letterale del termine Taijiquan è “lotta della suprema polarità“. Il termine “Taiji” , traducibile  come suprema polarità, racchiude un principio portante del taoismo.

Il suo simbolo chiamato Tai Chi Tu, da molti spesso erronamente chiamato Tao (che invece significa “la via”) consiste in un cerchio con una sinusoide al centro, che delimita due aree, una yin ed una yang.
Essendo lo yin, potenziale yang e lo yang potenziale yin perché in continua trasformazione, questi due aspetti trovano armonia nel continuo mutare (“tutto scorre”).

Questa antica filosofia proviene dall’osservazione dei fenomeni naturali, come la notte che si sussegue al giorno, il freddo al caldo, momenti di riposo a momenti di attività… Affermare questo significa dire che troppo sole seccherebbe il raccolto, troppo buio non darebbe la forza che serve ad un fiore per sbocciare, troppo movimento produrrebbe stanchezza e necessità di riposo.

Il termine Taiji indica proprio lo stato in cui lo yin e lo yang sono in relazione sinergica tra di loro, ovvero che non si oppongono, non si irrigidiscono, ma l’uno lascia entrare l’altro, condividendo lo spazio delineato dal cerchio. E’ proprio la caratteristica di non avere una forma che rende lo yin e lo yang adatti al cambiamento, se fossero rigidi si verificherebbe un impatto, in questo modo invece l’uno cambia in perfetta armonia con l’altro.
Da questo principio nasce il Taijiquan. Usando il principio del non opporsi, il praticante può accogliere la forza dell’avversario andando a riempire il vuoto provocato dalla sua azione. Così facendo è possibile  neutralizzare qualsiasi azione. Per poter portare a compimento tale gesto uno dei requisiti fondamentali consiste nel rimanere morbidi… la ricerca e la pratica del rilassamento nel Taijiquan prevede uno studio ed ascolto approfondito del proprio corpo e, giacché collegata anche della propria mente.

Le famiglie e i vari stili

Yang Luchan

Dopo di esso molte generazioni si sono susseguite, lo stile Yang proviene da Yang Lu Chan che studiò con Chen Changxing, discendente familiare di Chen Wang Ting. Lo stile Yang, ad oggi, è lo stile più diffuso soprattutto grazie a Yang Cheng Fu, nipote di Yang Lu Chan che, compresi i benefici di questa arte marziale incentrò la propria vita nel divulgare e diffondere tali principi. Attualmente caposcuola dello stile Yang familiare è Yang Jun, che ha come bisnonno proprio Yang Cheng Fu. Bisogna dire però che nel corso degli anni anche all’interno dello stesso stile sono fiorite tante sfumature provenienti dai vari discepoli dei maestri passati che hanno creato una folta diramazione. In ogni caso referente ufficiale rimane il discendente familiare, proprio perché per tradizione in Cina, queste conoscenze venivano tramandate di padre in figlio sin dalla tenera età.
Insieme agli stili Chen e Yang, vanno nominati anche i due stili Wu, i loro capiscuola studiarono con Yang Lu Chan e intrapresero poi il loro cammino personale. Stessa cosa vale per lo stile Sun, creato da Sun Lu Tang e per il recente stile Fu

Situazione ad oggi, la IYFTCCA

La rapida diffusione del Taijiquan in questi ultimi decenni ha reso possibile lo studio di quest’arte in ogni parte del mondo. Ad oggi molte sono le associazioni che si sono organizzate a livello internazionale per esportare queste conoscenze.

L’associazione  International Yang Family Tai Chi Chuan Association (visita il sito italiano dell’associazione: http://yangfamilytaichi.it/), fondata da Yang Zhen Duo, figlio di Yang Cheng Fu, e Yang Jun, suo nipote è una di queste associazioni ed attualmente conta più di 30 centri in 12 paesi del mondo. L’associazione segue tradizionalmente lo stile Yang e le conoscenze sono state passate di padre in figlio attraverso un lignaggio familiare. Come accennato però ci sono anche molte altre associazioni che diffondono gli insegnamenti Yang.

E’ nata di recente la collaborazione con la FIWUK, Federazione Italiana Wushu Kung Fu che ha l’obiettivo di raccogliere le arti provenienti dalla cultura cinese e di tutelare la qualità di queste pratiche. Molti sono gli sforzi a livello nazionale ed internazionale per regolamentare lo studio di queste pratiche e creare una struttura che sia in grado di diffondere queste arti il più possibile senza però intaccare la qualità e la profondità di queste.
In Bulgaria è presente un’Università di Taijiquan nella quale si studiano i vari stili presenti.

Taijiquan – Tai Chi Chuan

Corsi per principianti, intermedi ed avanzati a Jesi ed Ancona. Classi aperte a tutte le età.
Vedi gli orari

Qigong – Chi Kung

Seminari di Qi Gong, sistema Lohan, aperto a tutti gli interessati a quest'antica ginnastica proveniente dal monastero di Shaolin
Visita la pagina